Gestire e motivare i collaboratori: i consigli di Bvolution

Se ci segui da diverso tempo, saprai e avrai già letto qualcosa in merito all’importanza che i collaboratori hanno e devono avere per la tua impresa. Sono quelli che possono cambiarne le sorti perché, il più delle volte, gestiscono direttamente i tuoi clienti, hanno responsabilità delicate verso gli altri stakeholders e, se non sono motivati, questo non può che ritorcersi contro di te e la tua azienda. Ti ricordiamo che una buona comunicazione la si crea sviluppando in primis la capacità di ascolto: è più importante che tu sappia ascoltare ciò che il tuo dipendente ti sta dicendo, piuttosto quello che assicurarti che lui capisca quello che tu hai da dire.  Certo, la comunicazione è un processo bidirezionale ma, seguendo il concetto di internability, assicurati di fare ogni cosa in tuo possesso per rendere la comunicazione più efficace.  Vediamo come puoi ottenere un’ottima gestione aziendale, rivolta verso i collaboratori e dipendenti. 

GESTIONE COLLABORATORI: COME OTTENERE IL MEGLIO?

Come tutte le relazioni, anche in quella imprenditore – collaboratore ciò che conta di più è la fiducia.  Come imprenditore, devi assicurarti di agire sempre correttamente verso il tuo dipendente e di mantenere le promesse che fai. Non c’è niente di peggio di aspettative deluse o false promesse. Creando un clima che si basa sul rispetto reciproco, anche altri valori importanti verranno di conseguenza: per esempio, il tuo dipendente si sentirà libero di esprimere il proprio pensiero, si sentirà più sicuro. E questo sai in cosa si traduce? In una identificazione maggiore nell’azienda, il dipendente condividerà senza remore il tuo progetto e si impegnerà ancora di più per raggiungere gli obiettivi.  È importante che tu conosca ogni tuo collaboratore, in modo da comportarti con ognuno al meglio, cambiando atteggiamenti e comportamenti in funzione ai suoi tratti caratteriali. È impensabile comportarsi con tutti allo stesso modo, perché ognuno di noi reagisce in modo diverso. Devi tenerne conto se vuoi motivare i collaboratori. 

MOTIVARE IL PERSONALE: QUANDO FARLO?

Ci sono diversi momenti in cui è importante motivare il team:

  • Appena il dipendente viene assunto, o poco tempo dopo: per poter ottenere il meglio, devi sapere cosa si aspetta il dipendente da te, dall’azienda e dal suo percorso professionale
  • Quando assegni un nuovo ruolo al dipendente: a volte si rende necessario cambiare il ruolo al collaboratore. È in questo momento che devi avere un incontro con lui, per avere sotto controllo le sue reazioni ma anche per motivarlo ed esplicitare ciò che ti aspetti da lui in questo nuovo frangente. 
  • In periodi aziendalmente delicati: per esempio, un periodo di licenziamenti o dimissioni da parte dei colleghi potrebbe essere un motivo di perdita di motivazione del dipendente. Per non doverti ritrovare a gestire un altro abbandono, è meglio agire in anticipo: chiedi al tuo dipendente come si sente, come ha preso questo periodo di cambiamento e aiutalo a superare il momento. Si sentirà ascoltato e affiancato e questo potrebbe essere motivo di entusiasmo e di impegno maggiore nello svolgere le proprie mansioni. 

Naturalmente, non sono solo questi i momenti in cui ricercare la comunicazione con i tuoi collaboratori, possiamo dire che questi sono quelli più importanti, in cui non hai altra scelta. 

MOTIVARE I COLLABORATORI: COME FARLO?

Innanzitutto, fissa una riunione con lui e fai il possibile per dedicargli il giusto tempo. Fissare un incontro di 15 minuti può farti sembrare frettoloso e indurlo a pensare che stai facendo questo solo perché DEVI. Quindi, niente fretta: dedicati totalmente a lui. Stimola la conversazione, invoglialo a parlare liberamente. Per farlo, potresti prepararti mentalmente delle domande da fargli, che ti aiutino a capire con chiarezza il suo punto di vista. Per esempio:

  1. Quali attività hai svolto sinora e qual è quella che ti è piaciuta di più?
  2. Cosa hai imparato o vorresti ancora imparare?
  3. Quali sono i tuoi prossimi obiettivi nei prossimi 3/6 mesi?

Una volta che ti avrà espresso il suo punto vista, parla anche tu degli obiettivi che ti aspetti, gratificalo se ha svolto in modo egregio delle attività e fai emergere i suoi punti di forza. Valorizzare le risorse umane è uno degli atteggiamenti che premiano di più l’imprenditore e l’azienda, perché di conseguenza anche i clienti respireranno questo clima positivo e saranno sempre più disposti a darti fiducia.  L’incontro con il tuo collaboratore deve servire sia a conoscere le sue necessità e i suoi desideri professionali ma anche a esplicitare le tue esigenze, a motivare adeguatamente il personale affinché possa sempre essere dalla tua parte e, infine, a mantenere un clima aziendale ottimale. 

Se hai bisogno di aiuto per motivare i dipendenti e migliorare la comunicazione aziendale, contattaci!

CONDIVIDI SU

Facebook
Twitter
LinkedIn

Lascia un commento

Chiudi il menu